Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

Nella zona centrale dello stretto di Gobal si trova il reef di Sha'ab Abu Nuhas, che costituì nei decenni che seguirono l’apertura del Canale di Suez, una vera minaccia per tutte le navi in transito attraverso il canale di Gobal. Una delle prime navi che fecero naufragio in queste acque fu proprio il Carnatic il cui relitto è oggi visibile nei fondali del versante settentrionale di Sha'ab Abu Nuhas. L’ultimo viaggio del Carnatic iniziò da Suez il 12 settembre 1869 con destinazione il porto di Bombay in India. La nave durante quell’ultimo viaggio trasportava 34 passeggeri e 176 membri dell’equipaggio, un carico di balle di cotone, fogli di rame, la posta destinata ai soldati inglesi in India, numerose bottiglie contenenti vino e «London soda water» oltre a 40.000 sterline mai più rinvenute. La notte del 13 settembre 1869, quando il Carnatic giunse all’estremità meridionale del Golfo di Suez, si avvicinò pericolosamente ai reef occidentali dello stretto di Gobal, terminando così il suo viaggio contro i taglienti coralli di Abu Nuhas. Dopo l’urto rimase incagliata sulla sommità del reef ma a nulla valsero i numerosi tentativi per riportarla in acqua e rimetterla in condizione di navigare. Il comandante P. B. Jones, constatando che il vascello non aveva subito gravi danni, non ne ordinò l'immediato abbandono, permettendo così a tutti i passeggeri di trascorrere tranquillamente la notte a bordo nell’attesa che giungessero soccorsi dalla nave Sumatra, appartenente alla stessa compagnia di navigazione del Carnatic che si trovava nei pressi di Abu Nuhas. Durante la notte il vento cominciò a soffiare con maggiore intensità, formando ben presto onde alte che s’infrangevano con violenza contro le fiancate della nave. Lo scafo, non resistette a lungo alla furia del mare e il vascello si spezzò in due tronconi. La zona di poppa affondò subito trascinando con sé più di 20 passeggeri mentre la prua, rimase incastrata sulla sommità del reef per alcuni mesi, sino a quando una forte burrasca non la fece scivolare definitivamente alla base della barriera corallina.

OCEANO DIVING- El Markas el Tougari 6 - SHARM EL SHEIKH

Phone: 0039.347.4821706 - 0020.12.3160295